riportare il POP a Staglieno

Quando, nella seconda metà dell’800, il realismo irruppe nel cimitero di Staglieno e decine di statue dalla perfetta verosimiglianza si diffusero in tutti i porticati, imprenditori e operai, principi e ambasciatori facevano la fila per ammirare quel nuovo linguaggio popolare, nel quale si riconoscevano. I valori, le paure e le speranze di intere generazioni a livello internazionale, trovavano un ordine nella visione di monumenti funerari che del classicismo avevano conservato l’eterno e universale senso di appartenenza a una comunità più grande. A dispetto dell’individualismo ostentato nei ritratti iper-realistici, era l’intera società ottocentesca ad essere consacrata alla memoria collettiva grazie a quelle statue di fine marmo bianco.

Nella settimana di “alternanza scuola-lavoro”, le ragazze e i ragazzi del Liceo Klee di Genova hanno condiviso con chi scrive un’intera giornata di ricerca e di critica. Non si è trattato di una lezione o di una visita guidata ma di una co-partecipazione alla ricerca di significati del Cimitero Ottocentesco. Abbiamo affrontato il luogo nei suoi molti e diversi nodi problematici, abbiamo condiviso uno e più metodi di studio: là dove io offrivo significati ai dettagli nascosti nelle architetture e nelle sculture, la loro competenza tecnica, artistica e soprattutto sperimentale rafforzava l’analisi e la comprensione dei manufatti.

Il nostro comune linguaggio, un sistema di riferimenti popolare e codificato, è servito da strumento di confronto, da parametro di distanza storica, da ipotesi storiografica e critica. La ricerca consiste nel verificare le teorie, nel trovare chiavi di lettura, documenti e prove per la risoluzione di problemi o per la configurazione di scenari non ancora plausibili. Staglieno, da questo punto di vista, dimostra tutta la sua incredibile forza di aggregazione nel presente e la sua inesauribile ricchezza di tracce per comprendere l’800: il secolo lungo che cambiò il mondo. Abbiamo lavorato bene.

L.B.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...